Troppo caldo: invece dei soldi rapinano bibite

Niente soldi, solo bevande. È stata questa la scelta di una coppia di rapinatori che, forse per il gran caldo, ha preferito puntare su birra e succo di frutta piuttosto che sull'incasso. Ma i «Bonnie and Clyde» delle bibite sono stati arrestati, poco dopo che si erano impossessati del singolare bottino minacciando, con una pistola, gli esercenti di un emporio e di un punto vendita di kebab. I due, un 48enne italiano residente a Brescia e una 41enne russa, clandestina, si sono fatti consegnare un succo di frutta e sei birre. Le pattuglie della Volante della Questura di Brescia, impegnate in una serie di controlli disposti dal questore Chiusolo, una volta ricevute le segnalazioni delle rapine, grazie anche al supporto di alcune telecamere della centrale operativa, hanno rintracciato l'auto con a bordo la coppia e un'altra persona, risultata però estranea ai colpi. Sulla vettura sono state trovate una pistola, rivelatasi poi una scacciacani, un taglierino e altre lattine di birra.