Troppo spazio a chi straparla

Caro Direttore, tu sai che ti stimo molto ed apprezzo quasi tutte le scelte del tuo, del nostro Giornale.
Ho imparato da te la posizione del «non importa il colore della maglietta», ma francamente non riesco più a tollerare lo spazio che tu troppo spesso offri a quell'incredibile predicatore del signor Farinella, che si fregia impunemente (mio amatissimo don Angelo, non esiste più la sospensione a divinis?) del titolo di don.
Perché dare mezze paginate di spazio ad un invasato? Allora, per par condicio, gradirei una rubrica settimanale in cui potrei serenamente confrontarmi col signor Farinella ed essere più maleducato, più volgare, più antipatico, più arrogante, più presuntuoso. Insomma potrei fare di meglio, magari sparando bordate contro i numerosissimi maiali che ci attorniano in questa città e risparmiando, nella mia oscena banalità, il Papa e il cardinale Bagnasco.
Con immutabile stima e... pronto all'eventuale sfida a chi la spara più grossa.

Caro signor Clavarino, la «critica» allo spazio eccessivo ha le sue buone ragioni e ci perdoni se oggi le regaliamo subito un dispiacere. Quanto al suo impegno di risparmiare, nella controrubrica, il Papa e il cardinal Bagnasco, beh quello non vale. Dovendo intervenire sul suo, nostro Giornale, per tentare un parallelo con don Farinella, dovrebbe promettere di non sparare su e sul direttore Mario Giordano.