Trova un Cartier, i vigili glielo regalano

da Sarzana

Tra pochi giorni una signora di Sarzana potrebbe diventare la legittima proprietaria di un orologio Cartier, del valore di oltre ventimila euro. L'aveva trovato un anno fa per strada e, da buona cittadina, aveva provveduto ad affidarlo ai vigili urbani. Poichè nessuno, in un anno, si è presentato a rivendicarlo, il prezioso oggetto diverrà di proprietà di chi lo ha ritrovato. Il Cartier fu trovato il 26 novembre di un anno fa. La signora non ebbe dubbi: seguendo il suo senso civico, lo portò al comando dei vigili urbani di Sarzana, perchè fosse riconsegnato al proprietario. A distanza di undici mesi e 22 giorni, nessuno si è ancora fatto avanti presso il comando sarzanese. E se non ci saranno sorprese, l'orologio diventerà di proprietà di colei che lo aveva rinvenuto in terra.
L' onesta e fortunata signora ha superato la settantina ed è una donna ancora dinamica e attiva. «Riceviamo ogni giorno oggetti smarriti - spiegano al comando vigili di Sarzana - è probabile che chi ha perduto l'orologio abbia pensato che ormai non ci fosse più nessuna speranza di riaverlo. Non è affatto così. Ci sono moltissimi cittadini onesti, che non esitano a riportare qui quello che trovano: chiavi, naturalmente, ma anche portafogli e altri beni». Se è vero che molti neppure provano a verificare se quel che hanno perduto è stato ritrovato, va detto anche che molti riconsegnano le cose trovate in strada: ma poi non vanno a riprenderle un anno dopo. La legge prevede infatti la consegna di una ricevuta, da parte del comando vigili. Trascorso un anno, chi ha fatto la buona azione può ripresentarsi allo stesso comando, e chiedere la restituzione del bene. In genere, non accade, perchè il foglietto finisce nel dimenticatoio.