Trova due ladri alla porta lo stordiscono e lo rapinano

I banditi rubano un portafoglio con 300 euro per poi fuggire

Svegliato nel cuore della notte da rumori sospetti alla porta d’ingresso è andato a controllare. Ma quando ha aperto l’uscio è stato aggredito da due individui che l’hanno picchiato e derubato. Alla vittima, Vincenzo G., un pensionato di 66 anni, appena ripresosi non è rimasto che chiamare il 112 e denunciare l’episodio ai carabinieri.
L’aggressione è avvenuta l’altra notte intorno alle 4.30 in via Puccini a Noviglio. L’uomo era a letto quando ha avvertito qualcosa che raschiava contro la porta d’ingresso. Con molto coraggio, e forse anche un po’ di incoscienza, è andato a verificare. Sul pianerottolo lo aspettava però una brutta sorpresa sotto forma di due persone, forse stranieri, con il volto coperto da una sciarpa. Con ogni probabilità i delinquenti non avevano intenzione di compiere una rapina bensì un banale furto in appartamento, ma quando si sono trovati davanti il pensionato hanno pensato bene di aggredirlo.
L’uomo si è così beccato un violento pugno al volto ed è caduto per terra. I due balordi sono entrati in casa e hanno subito dopo chiuso la porta alle loro spalle. Mezzo intontito dal colpo l’uomo ha fatto solo in tempo a notare che uno dei malviventi impugnava un coltello e che dalle poche parole pronunciate poteva essere di slavi. A quel punto ha pensato bene di lasciar fare, così i due sono riusciti a trovare il portafogli, custodito in una tasca del cappotto con dentro 300 euro. L’uomo ha poi chiamato i carabinieri e quindi si è fatto accompagnare all’Humanitas di Rozzano dove è stato medicato.