Trovata la necropoli imperiale degli «umili»

La tomba di un bimbo con lo scheletro perfettamente conservato e, vicino al braccio, una collana-amuleto, con pendagli d’ambra, osso e conchiglie che aveva lo scopo di proteggerlo nell’esistenza ultra-terrena. È il reperto più commovente che ha restituito la necropoli di Castel Malnone (Ponte Galeria) dove, nella Roma imperiale, si seppellivano le persone delle classi sociali più povere. Nell’area si è conclusa una campagna di scavo della Soprintendenza archeologica di Roma, che ha portato tra l’altro alla scoperta di 70 monete con l’effigie di Traiano che si usava mettere in bocca ai defunti come oboli per Caronte. L’area è stata fotografata e documentata e i reperti saranno oggetto di mostre itineranti.