Trovate le sorelline scappate per non ritornare in Italia

Sophie e Valerie, le due ragazzine di 11 e 13 anni scomparse lo scorso 6 ottobre per non tornare in Italia con la madre, sono riapparse come se nulla fosse nella loro scuola di Reims

Reims - Sono riapparse, le due ragazzine italofrancesi, figlie di una coppia divorziata, che erano scomparse il 6 ottobre scorso perchè volevano restare con il padre e non tornare, come ordinava il giudice, con la madre italiana in Calabria. Si sono presentate questa mattina nella loro scuola di Reims poco dopo un’operazione di polizia nelle case di tutti i membri della loro famiglia nella zona, la Marne, nel nord della Francia. Lo ha riferito il procuratore della repubblica di Reims, Madeleine Simoncello. Le due ragazze, di 11 e 13 anni, sono riapparse "come se niente fosse" nella loro scuola, ha detto il preside dell’ istituto Dany Alary. Il procuratore della repubblica ha riferito che "le indagini proseguono" e ha annunciato che "sono in corso le audizioni delle due sorelle" per sapere dove hanno passato i dieci giorni della loro scomparsa. Le ragazze potrebbero essere scappate per evitare che la madre le riportasse in Italia.

La madre: finito un incubo "Sono felicissima. È finito un incobo". Sono queste le prime parole di Katia Navigante all’Ansa dopo avere ricevuto stamani la telefonata della Polizia francese che annunciava il ritrovamento di Sophie e Valerie, le due ragazzine di 11 e 13 scomparse da Reims. "Mi sto organizzando - ha aggiunto la donna nella sua casa di Lamezia Terme - e partirò appena possibile per raggiungerle".

I dubbi e le accuse della madre: sono manipolate "Sono pressate, manipolate" dal padre, raccontava all’ Ansa la madre delle ragazze scomparse dopo la decisione della Corte d’ appello che ha ordinato il loro ritorno in Italia, a Lamezia. Al telefono Katia si dice "molto preoccupata" per la scomparsa delle due figlie. "Sto male - diceva - e voglio che ritornino. Io non le ho mai maltrattate. I genitori possono divorziare, i figli non divorziano. Io sono la mamma e le conosco". La mamma delle due ragazze in fuga ricorda che la sua terza figlia, Brigitte, 16 anni, avuta con Renaldo Gualtieri, il suo ex marito, è a casa, a Lamezia. "Anche lei - raccontava - è preoccupata. Andavano d’amore e d’ accordo tutte e tre . Aveva preparato la camera delle due sorelle per il loro ritorno, con tutti i regali sui lettini. Non se l’aspettava".

Non volevano tornare a Lamezia Le due ragazze si sono allontanate lunedì 6 ottobre e da quel momento di loro si era persa ogni traccia. Gualtieri, il primo settembre scorso, era tornato in Francia insieme alle due figlie dopo avere trascorso un periodo a Lamezia Terme, la città della Calabria di cui è originario insieme alle figlie. Prima di allontanarsi le due ragazze avevano scritto una lettera in cui affermano di non avere alcuna intenzione di raggiungere la madre in Italia.