Trovati due cadaveri: uccisi a colpi di ascia e poi dati alle fiamme

Bruno Lamma, 58 anni, e Mauro Mortazzi, 45 anni, sono stati trovati morti carbonizzati ad Artena, in provincia di Roma. Sul cranio dei due sono presenti una serie di ferite che potrebbero essere state provocate da un’ascia

Roma - Potrebbero essere stati uccisi a colpi di ascia Bruno Lamma, 58 anni, e Mauro Mortazzi, 45 anni, i due uomini trovati morti carbonizzati ad Artena, in provincia di Roma, questa mattina. Sul cranio dei due sono presenti una serie di ferite che potrebbero essere state provocate da un’arma impropria simile a un’ascia. L’arma non è stata trovata così come non è stata trovata la tanica che conteneva il liquido infiammabile usato per bruciare i cadaveri. I carabinieri del Nucleo operativo di Colle Ferro e del Gruppo di Frascati che indagano sull’omicidio hanno battuto la zona intorno al luogo del delitto e stanno sentendo gli abitanti della zona, i familiari delle vittime e i dipendenti della falegnameria di Lamma. Lo stabile, che ospita la falegnameria e un grande deposito di legname, si trova in aperta campagna e non ci sono abitazioni vicine. I due corpi sono stati trovati in un campo abbastanza distante dalla falegnameria sotto alcuni alberi. A dare l’allarme sono stati ieri sera i familiari delle vittime che non li avevano visti rientrare a casa. Poi questa mattina i carabinieri sono riusciti a individuare i due corpi.