Trovato cadavere: sul cranio una profonda ferita

È stato probabilmente ucciso e poi abbandonato ieri sera in una strada isolata poco lontano dal parcheggio della stazione ferroviaria di Aprilia. La notizia del ritrovamento del cadavere si è appresa soltanto ieri mattina, ma ancora non sono state rese note le generalità della vittima. Il corpo, in avanzato stato di decomposizione e con il volto sfigurato, presentava una profonda ferita sulla regione occipitale del cranio. Difficile al momento l’identificazione, perché non sono stati trovati documenti di identità. Il sostituto procuratore Raffaella De Pasquale ha, intanto, disposto che sulla salma venga effettuato un esame autoptico per accertare la causa della morte ed arrivare all’identificazione grazie ad indagini tecniche. Le indagini sono in corso da parte dei carabinieri della compagnia di Aprilia in collaborazione con il Nucleo investigativo del comando provinciale di Latina. A segnalare ai carabinieri la presenza del cadavere nella stazione ferroviaria di Campoleone è stato un pendolare che stava raggiungendo la sua auto parcheggiata.