Trovato nudo nell'ufficio, titolare di una finanziaria morto a Frosinone: giallo

Mario Mingarelli, 37enne titolare di
una serie di finanziarie tra Cassino Frosinone e Roma, ritrovato completamente nudo e steso a
faccia in avanti in un lago di sangue. Secondo le prime indiscrezioni la morte sarebbe causata da un'overdose di cocaina

Frosinone - Completamente nudo e steso a faccia in avanti in un lago di sangue all’interno del suo ufficio a Frosinone. Questa la scena che poco prima di mezzogiorno si è presentata davanti gli occhi della moglie di Mario Mingarelli, 37enne titolare di una serie di finanziarie tra Cassino Frosinone e Roma. Secondo i primi accertamenti si tratterebbe di una overdose di cocaina.

Il ritrovamento del cadavere L’uomo di grossa corporatura da ieri sera non rispondeva al telefono e la donna oggi ha deciso di andare in una delle agenzie chiusa per ferie per controllare se il marito fosse passato in ufficio. Invece ha scoperto il corpo del compagno privo di vita: la porta dell’ufficio era chiusa dall’interno, le finestre aperte. Il medico legale, su incarico del magistrato di turno, ha effettuato la ricognizione esterna del cadavere e ha escluso la presenza di lesioni o ferite che possano aver causato la morte, mentre sembra più probabile la presenza di una forte emorragia interna dovuta appunto a overdose. L’autopsia, che sarà effettuata domani nella morgue dell’ospedale di Frosinone, fornirà risposte certe.