«Troviamo un tetto per il Leoncavallo»

L’Unione pretende un tetto per il Leoncavallo. Richiesta che i deputati dell’Unione milanese hanno sottoscritto in un’interrogazione urgente al ministro dell’Interno Giuliano Amato poiché «il 23 giugno è previsto lo sfratto del Leoncavallo».
Sfratto che Daniele Farina, Emanuele Fiano e altri deputati del centrosinistra ricordano essere «già stato rinviato quattro volte, mentre è in essere un tavolo di lavoro tra la Provincia di Milano, la proprietà dell’immobile, la Fondazione del Leoncavallo e una rappresentanza delle associazioni ospitate». Segue appello al ministro dell’Interno «ad attivare la prefettura milanese per facilitare un esito positivo del percorso negoziale» perché «una soluzione positiva avrebbe un valore significativo anche per analoghi casi presenti sul territorio nazionale». Valutazione «soggettiva di una realtà», il Leonka, che ufficialmente è già pronta «ad opporsi all’ennesimo sfratto da via Watteau» chiosa Carla De Albertis (An): «Peccato che l’abusivismo e l’illegalità non hanno più spazio a Milano, anche se appoggiata dal centrosinistra».