Trucco, benessere ma anche barba e capelli Ecco la nuova bellezza

Dal 18 al 21 marzo a Bologna torna la manifestazione più importante al mondo

Lucia SerlengaLa più grande novità della quarantanovesima edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna in programma dal 18 al 21 marzo? «Continuare a crescere» ha esordito Duccio Campagnoli presidente di BolognaFiere nel corso della conferenza stampa tenutasi giorni fa a Milano. Del resto prosperare in tempi difficili è più che un successo. E la manifestazione che mette in scena il meglio dell'industria cosmetica mondiale, presenta numeri da record: oltre 2.500 aziende espositrici, di cui il 73% provenienti dall'estero, 25 collettive nazionali tra le quali, al debutto, quelle di Sudafrica, Australia, India, Marocco e Indonesia, oltre all'importante ritorno di Bulgaria e Romania, grandi aspettative anche sul fronte dei visitatori attesi con un aumento del 19% di prevendite online. È vero, come diceva Einstein, che non tutto ciò che può essere contato conta e non tutto ciò che conta può essere contato, ma in questo caso i numeri assumono un ruolo significativo se si pensa che la cosmesi made in Italy nel 2015 ha registrato un fatturato globale superiore ai 9.700 milioni di euro con una forte quota di esportazioni (pari a 3.700 milioni di euro, in crescita del 10,5% rispetto al 2014). Così Cosmoprof si conferma la piattaforma fieristica più importante al mondo - erano 248 mila i visitatori della precedente edizione - si annuncia ricca di possibilità di confronto e di business e questa volta intasca il supporto dell'Ice - Agenzia per la Promozione all'Estero e l'Internazionalizzazione delle Imprese Italiane - e del Ministero per lo sviluppo economico. «Il grande evento riservato alla bellezza che l'anno prossimo festeggia i cinquant'anni, si basa su un format di eccellenza collaudato anche dalle edizioni di Las Vegas e Hong Kong» sottolinea Campagnoli snocciolando le più importanti novità di questa edizione: nell'area denominata Extraordinary Gallery che registra una crescita di espositori di quasi il 40 per cento, si tocca con mano il prestigio di prodotti sempre più personalizzati e customizzati secondo le esigenze di consumatori attenti alla provenienza delle materie prime e all'eco-sostenibilità. Inutile dire che anche la cosmesi al maschile fa registrare un trend in salita e in tutto il mondo. Fra gli appuntamenti da non perdere c'è la visita all'area Wellness dedicata al benessere e alle tendenze del settore Spa, segmento in crescita nel settore bellezza con i prodotti più innovativi e i trattamenti di tendenza. Poi bisogna fare un salto nel padiglione dedicato alla cosmesi naturale per esaminare l'offerta di prodotti certificati HALAL («leciti» in arabo), grazie al progetto «Halal Beauty Care & Spa», realizzato in partnership e con la supervisione dell'ente di certificazione halal italiano WHAD (World Halal Development). Molte le iniziative anche per il settore Hair con nuove tendenze in fatto di capelli e il primo Cosmoprof Barber Show che vedrà sul palcoscenico, lunedì 21 marzo, i quattro giovani barbieri con le migliori proposte di look maschile in stile hipster. Infine, ma certo non meno importante, al Cosmopack (17-20 marzo) la manifestazione che coinvolge l'intera filiera della cosmetica, dalle materie prime alla formulazione, dai macchinari al packaging, si potranno osservare le fasi principali della produzione di un siero perfezionante e illuminate nell'ambito della Cream Factory.