Truffava i clandestini promettendo permessi

Dopo aver fondato una società fantasma, truffava cittadini stranieri clandestini ai quali chiedeva denaro in cambio di inesistenti permessi di soggiorno e di un lavoro altrettanto improbabile. Per questo un italiano di 55 anni è stato denunciato in stato di libertà dagli agenti del commissariato Primavalle e dovrà ora rispondere di truffa continuata e aggravata in danno di stranieri clandestini, favoreggiamento all’ingresso illegale di cittadini stranieri e di falso ideologico commesso da privato in atto pubblico. A quanto si è scoperto l’uomo aveva già precedenti per truffa.