Truffavano ditte: tre in manette

I carabinieri hanno arrestato tre persone, due italiani e un romeno, per una truffa da 130mila euro ai danni di aziende alle quali veniva ordinata merce che poi non veniva pagata. Le indagini hanno preso il via dopo alcune denunce di ditte che commerciano articoli per l’ufficio e hi-tech, che nel mese di gennaio e febbraio avevano ricevuto richieste di computer e televisori a schermo piatto per conto del Comune di Fiano Romano. Le ditte erano state contattate telefonicamente da una persona che si spacciava per impiegato comunale, poi l’ordine veniva confermato con un fax su carta intestata del Comune di Fiano, naturalmente contraffatta.