Truffe on line: accusati in 114

Il Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza e la Polizia Postale ieri hanno chiuso le indagini a carico di 114 sedicenti «financial manager», per lo più italiani. Sono accusati di riciclaggio di denaro sporco per conto di un’organizzazione criminale dell’Est europeo, dedita al «phishing», un particolare tipo di frode on line diretta agli utenti italiani di sistemi di home banking. La truffa avveniva tramite l’invio di migliaia di email identiche dal punto di vista grafico a quelle degli istituti di credito, oppure infettando con virus informatici i loro computer con lo scopo di ottenere i loro codici identificativi e le loro password per poter poi disporre dei bonifici online.