Tuck & Patti «la coppia» fra jazz, pop e new age

Tuck & Patti ogni anno hanno un appuntamento fisso al Blue Note; non si pensi ad una noiosa consuetudine o ripetizione, perché la coppia (nell’arte e nella vita) è una delle più eclettiche e raffinate della scena crossover americana. Da stasera a sabato li vedremo dunque rinnovare il rito delle mille emozioni del loro concerto. Impossibile definire il loro stile; la chitarra di Tuck Andress che esplora nuove frontiere armonico-melodiche partendo dalla radice blues (ha persino suonato con il mitico T.Bone Walker) e country, passando per le magie di Wes Montgomery per proiettarsi nell’attualità. Patti Cathcart, cantante di San Francisco dalle comunicative e speziate tonalità di contralto, dà i giusti toni e i giusti colori ad ogni brano abbandonandosi ora all’improvvisazione, ora alla tensione del jazz, ora alla vitalità del pop, ora alla pensosità della new age.
Volano un po’ ovunque sfruttando sia la loro fantasia di scrittura (brani come Live in the Light) sia la contagiosa empatia nell’appropriarsi di uno sterminato repertorio che spazia da Duke Ellington ai Beatles, da Jon Hendricks a Jimy Hendrix, dai classici del jazz a Time After Time di Cyndi Lauper. «Il segreto è mettere insieme le cose più diverse - sottolinea Tuck - e renderle nuove, come un cocktail. Fondere le atmosfere di Wes Montgomery e l’allegria di George Benson, il canto di Joni Mitchell e quello di Ella Fitzgerald».
Tuck & Patti
da oggi a sabato ore 21 e 23.30
Blue Note, via Borsieri 37