Turbativa d’asta: arrestati politici e manager

Bari. Il vicepresidente del Consiglio regionale della Puglia Lucio Tarquinio, eletto nelle liste di Forza Italia, è stato arrestato con sette persone dalla Finanza con l’accusa di associazione a delinquere per turbativa d’asta mediante mezzi fraudolenti.
Tra gli arrestati, ai domiciliari, ci sono l’ex direttore generale dell’Azienda ospedaliera foggiana Nicola Cardinale, un direttore amministrativo dell’Asl e l’amministratore di una cooperativa che si è aggiudicata la gara, oltre ad altri dipendenti pubblici e imprenditori.
Secondo gli inquirenti «Tarquinio avrebbe fatto pressione sull’ex dg dell’Asl di Foggia affinché fosse favorita una cooperativa locale» in una gara d’appalto per tre milioni di euro. L’operazione fa seguito a un anno di indagini, anche mediante intercettazioni e perquisizioni, condotte dalla Guardia di finanza di Foggia e dalla polizia giudiziaria.