Turchia Condanna a 10 anni per Leyla Zana la «pasionaria» curda

Il tribunale di Diyarbakir, nel sud-est della Turchia, ha condannato Leyla Zana (nella foto), ex parlamentare curda e vincitrice del Premio Sakharov nel 1995, a dieci anni di carcere con l’accusa di «propaganda terroristica» per il Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk). La Corte ha ritenuto la Zana colpevole di aver violato codice penale e leggi anti-terrorismo in 9 diversi discorsi, da cui si desumerebbe il suo appoggio per il Pkk e per il suo leader in prigione Abdullah Ocalan. L’avvocato della Zana - presente all’udienza - ha annunciato che impugnerà la sentenza in appello. L’ex deputata ha perso il seggio in Parlamento nel 1994, quando il suo partito, il filo-curdo Dep, è stato sciolto per legami con il Pkk. Ha già trascorso in carcere 10 anni tra il 1994 e il 2004, con l’accusa di complicità con il Pkk.