Turchia, elezioni anticipate il 22 luglio

Il 22 luglio il popolo turco sarà chiamato alle urne per eleggere il nuovo Parlamento. La data definitiva delle elezioni è stata votata ieri dalla Grande assemblea nazionale turca, dopo che mercoledì sera era stata approvata dalla Commissione elettorale parlamentare. La tensione politica resta tuttavia alta: domenica il Parlamento è chiamato a votare ancora per il nuovo presidente, con scarse probabilità di eleggerlo, e per domani è convocata una terza «marcia per la Repubblica», questa volta a Manisa. La data fissata per le elezioni legislative scontenta il Partito Repubblicano del popolo, che avrebbe preferito votare in giugno e non in piena estate, e anche il Partito della Madre Patria, che sperava in un posticipo a settembre. Soddisfatto invece l’Akp, soprattutto il premier Recep Tayyip Erdogan.