In Turchia «Romano Prodi» è una marca di jeans

L’assessore di un Comune reggiano: ne ho comprato un paio anche per lui, li vendono in un negozio di Pergamo che ha il suo nome addirittura sull’insegna

da Milano

In Turchia, almeno in un negozio-bazar dell’area archeologica di Pergamo nella provincia di Smirne, sono in vendita jeans marchiati «Romano Prodi». Non solo: lo stesso esercizio commerciale ha l'insegna esterna con il nome del leader dell'Unione. Lo ha scoperto pochi giorni fa, durante la sua vacanza in Turchia, Elena Carletti, assessore a Cultura, Sport e Politiche giovanili di Novellara, un Comune della provincia di Reggio Emilia governato, naturalmente, dal centrosinistra.
«Mi stavo recando in taxi a Pergamo dopo aver visitato l'Acropoli - ha raccontato - e quando ho notato questa insegna, sul lato della strada, non volevo credere ai miei occhi. Ho chiesto all'autista di fermarsi e sono entrata nel negozio, ma purtroppo con i titolari era impossibile capirsi, nemmeno in inglese. Non so quindi perché abbiano deciso di intitolare il loro esercizio a Prodi, forse perché da presidente della Commissione europea aveva caldeggiato l'entrata della Turchia nell’Unione europea».
L'assessore non si è persa d'animo e ha chiesto di poter acquistare due paia di jeans, con la marca e i bottoni «Romano Prodi»: «Non ho controllato nemmeno le misure, avevo fretta perché poco dopo avevo una coincidenza con un autobus. Ho chiesto se avevano anche magliette con la stessa marca, ma di “made in Prodi” c'erano solo i jeans. Ne ho acquistati due paia, uno da uomo e uno da donna, e sono uscita».
Ora i pantaloni da uomo li vorrebbe regalare proprio a Prodi: «La famiglia di sua moglie, Flavia Franzoni, abita a due passi da noi, a Santa Maria di Novellara, e spesso Prodi e signora si fanno vedere qui. Se vorrà i jeans che portano il suo nome glieli regalerò molto volentieri».