In Turchia trionfa la Ducati di Stoner, solo decimo Valentino. Tre "rosse" nei primi quattro posti

Le gomme mettono in crisi Rossi e la sua Yamaha in Turchia:
solo decimo posto per il "dottore" che all'inizio sembrava poter
dominare. Primo il pilota australiano della Ducati Casey Stoner, secondo si piazza lo spagnolo Toni Elias in sella
alla Honda del team Gresini, terza l'altra Ducati di Loris Capirossi

Istanbul - Le gomme mettono in crisi Valentino Rossi e la sua Yamaha in Turchia: solo decimo posto per il "dottore" che all'inizio sembrava poter dominare la gara. Il pilota australiano della Ducati Casey Stoner vince il motogp, secondo si piazza a sorpresa lo spagnolo Toni Elias in sella alla Honda del team Gresini, terza all'altra Ducati di Loris Capirossi. Bene italiano Marco Melandri su Honda.
Dovizioso primo nella 250
Il pilota della Honda ha riportato la vittoria nella classe 250 superando lo spagnolo dell'Aprilia Jorge Lorenzo. Terzo posto per l'altro spagnolo Bautista. Quarto il sammarinese Alex De Angelis.
Corsi in volata nella 125 Simone Corsi su Aprilia ha vinto la classe,l pilota romano si è piazzato davanti allo spagnolo Joan Olive (Aprilia), sul podio anche il giapponese della Ktm Tomoyoshi Koyama. Quarto Raffaele De Rosa su Aprilia.
"Risultato che ci rende orgogliosi" Con la seconda vittoria stagionale in tre gare conseguita da Casey Stoner, il terzo posto agguantato con rabbia da Loris Capirossi e il quarto di Alexandre Barros, la Ducati ha piazzato tre moto nelle prime quattro posizioni del Gp di Turchia. Un risultato che l'azienda di Borgo Panigale non aveva mai intascato prima d'ora nella storia del motomondiale. "E' un risultato che ci rende molto orgogliosi - ha commentato sotto al podio di Istanbul il presidente Federico Minoli - e meritato non solo dai nostri piloti ma anche dai nostri progettisti e dal team e che testimonia le grandi capacità della nostra azienda in un momento che definirei senza dubbio molto buono non solo sul piano sportivo ma anche su quello commerciale".