La Turco manda gli ispettori a Reggio Calabria

Il ministro della salute interviene sul clamoroso caso di malasanità: "Ho
chiesto un rapporto dettagliato alla Regione Calabria dove si svolgerà, comunque,
un’ispezione del ministero della Salute per accertare la dinamica dell’episodio"

Roma - "Ho chiesto un rapporto dettagliato alla Regione Calabria dove si svolgerà, comunque, un’ispezione del ministero della Salute per accertare la dinamica dell’episodio e per verificare lo stato di avanzamento delle raccomandazioni già trasmesse nel gennaio scorso per l’adeguamento della rete d’emergenza sanitaria calabrese". Ad annunciarlo è il ministro della salute Livia Turco in merito alla morte del piccolo Fabio Scutellà. "In questo quadro - ha aggiunto il ministro - è assolutamente necessario accelerare la ristrutturazione e l’ammodernamento delle strutture sanitarie regionali, che potranno contare anche sui fondi già stanziati dalla legge finanziaria 2007, secondo quanto previsto dall’accordo di programma che stiamo definendo con la Regione Calabria".

Il ministro si è detta "profondamente addolorata" per l’accaduto, ma ha anche espresso il suo "apprezzamento per la decisione di donare i suoi organi che hanno consentito di dare vita e speranza ad altri giovani in diverse parti d’Italia. È stato un gesto di grande umanità del quale dobbiamo essere profondamente riconoscenti ai genitori di Flavio che, in un momento di incommensurabile dolore ma anche di motivata rabbia e angoscia per quanto avvenuto, hanno comunque scelto la via della solidarietà e dell’amore verso il prossimo".