Turismo, l'Emilia Romagna si mette in mostra con i tour operator stranieri

Torna l’appuntamento con la tradizionale
Borsa del turismo regionale, in programma a Bologna dal 27 aprile al primo maggio. Tra i 90 tour operator partecipanti, nuova conferma dell’est
Europa e degli Stati Uniti

Bologna - Russia ed Europa dell’Est in prima fila per scoprire - e “acquistare”- l’offerta turistica regionale, complici anche i nuovi collegamenti aerei diretti con l’Emilia Romagna. Ci sono anche 8 operatori russi tra i circa 90 tour operator stranieri che prenderanno parte, dal 27 aprile all’1 maggio, al 13° Buy Emilia Romagna, la borsa del turismo regionale organizzata da Confcommercio Emilia Romagna attraverso il Club di Prodotto Emilia Romagna Incoming, con la collaborazione di APT Servizi Emilia Romagna ed Enit. Altra novità dell’edizione 2008 del Buy, il più qualificato appuntamento per l’incontro tra la domanda internazionale e l’offerta turistica emiliano-romagnola, è la collaborazione per la prima volta con la Repubblica di San Marino, una scelta vincente per presentare ai tour operator stranieri un’offerta ancora più integrata del nostro territorio.

Arriveranno a Bologna domenica 27 aprile gli operatori dell’offerta ospiti del Buy, accuratamente selezionati e provenienti da tutta Europa (25 da Russia, Romania, Ungheria, Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca, 15 da Spagna, Francia, Olanda, Belgio e Danimarca, 7 dal Nord Europa e 17 da Germania e Austria), dal mercato americano (16 statunitensi e 2 canadesi) e da quello asiatico e del Medio Oriente (3 giapponesi e 1 libanese). Sono 14 in tutto gli educational tour, previsti nelle giornate di lunedì 28 e martedì 29 aprile, che porteranno gli operatori a toccare con mano la vacanza in Emilia Romagna.

Una due giorni intensa, in cui il “Buy” entrerà a contatto diretto con il territorio regionale, alla scoperta dei prodotti di eccellenza di cui è ricca la nostra regione, dalle città d’arte al mare, dal verde all’enogastronomia, dalle terme ai parchi divertimento, in vista dell’appuntamento più atteso della manifestazione: il workshop di mercoledì 30 aprile, nelle sale di Palazzo Re Enzo a Bologna. Nel corso del workshop, la borsa turistica vera e propria i tour operator presenti, l’80% dei quali partecipa quest’anno per la prima volta al Buy Emilia Romagna, avranno l’opportunità di sottoscrivere accordi commerciali con gli oltre 70 operatori dell’offerta della regione. Club di Prodotto, agenzie di incoming, società d’area, consorzi, raggruppamenti di alberghi, ma anche singole imprese, parteciperanno ad una intensa giornata di contrattazione, proponendo ai buyer la propria offerta con competenza e professionalità, grazie anche al briefing di orientamento per gli operatori che si è svolto lo scorso 15 aprile.

Sarà questa l’occasione per i “seller” di saggiare l’interesse concreto del trade internazionale per la nostra offerta di vacanza, riassunta nei prodotti di città d’arte, terme, costa e Appennino, attraverso una nutrita agenda di appuntamenti. In serata, il saluto ai buyer ospiti con la cena di gala allestita presso la Sala Carracci di Palazzo Segni Masetti, presso l’Associazione Commercianti di Bologna. Tanti territori, tanti Buy 14 Educational tour per scoprire tutte le proposte di soggiorno in regione Dopo il briefing di accoglienza del 27 aprile nella splendida cornice della Cappella Farnese, a Bologna, i TO avranno a disposizione due intere giornate per saggiare le tipicità del territorio regionale, tra arte, cultura, natura, sport e divertimento. Gli educational, 14 in tutto, sono di durata giornaliera e realizzati a partire dalle esigenze e dalle proposte degli stessi operatori dell’offerta. Si parte il lunedì per fare visita ai castelli e alle valli piacentine e ai tesori artistici e musicali delle terre verdiane in provincia di Parma, per poi immergersi nella bellezza dei borghi e dei vigneti della nostra Romagna. Quindi, tra un passaggio nella Motor Valley emiliana e una visita alla poliedrica offerta della riviera romagnola, sarà la volta del tour dedicato all’Appennino. Martedì le visite proseguono alla scoperta del modenese e della sua tradizione eno-gastronomica, dei tesori artistici di Ravenna, con soste gustose lungo la Strada dei Vini e dei Sapori; e poi ancora tante occasioni di visita, dalle terre matildiche al delta del Po, passando per l’Hermitage di Ferrara e per le vie di una Bologna tutta da scoprire. Un programma di eccellenza, per conoscere e apprezzare l’ospitalità turistica emiliano-romagnola e la qualità dell’offerta delle nostre strutture. Per completare il panorama dell’offerta, quest’anno il Buy ospita un programma ad hoc per i tour operator specializzati sul segmento del golf, con un percorso di due giornate dedicato ad un “assaggio” dei maggiori Golf Club della regione. Dopo il workshop del 30 aprile e la serata di gala, la manifestazione si concluderà giovedì 1 maggio, con la partenza delle delegazioni ospiti. Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito www.buyemiliaromagna.it. Per informazioni: Apt Servizi Emilia Romagna, tel. 0541.430190