Turismo Roma va meno peggio delle altre città d’arte europee

«Roma chiude il 2008 con un -5 per cento» delle affluenze turistiche, «contro il -14 per cento del resto d’Italia e il -20 per cento di Parigi. Nel momento peggiore, di un momento di crisi nel mondo occidentale, resistiamo». È quanto ha annunciato il vicesindaco Mauro Cutrufo nel corso della sua visita al «Josp Fest» in corso alla Nuova Fiera di Roma. Cutrufo ha detto anche che «il turismo religioso aumenta: questo è un indice che possiamo tradurre, nel momento in cui l’Occidente vive una delle più grandi difficoltà dell’ultimo secolo, in un ritorno al recupero di alcuni valori fondamentali. Aumenta il turismo e il pellegrinaggio a fini spirituali». A Roma, aggiunge Cutrufo, le affluenze del turismo religioso sono stimabili in «un paio di milioni di persone» ogni anno.
Il parco a tema sulla romanità «sarà la propaganda delle vestigia dei romani» e vedrà «l’ausilio della realtà virtuale e di video. Non sarà una Disney e abbiamo l’impegno di non farci le giostre». È quanto ha spiegato successivamente il vicesindaco. Per quanto riguarda, invece, la nuova Fiera di Roma, «sarà in parte riconvertita - ha detto Cutrufo - per ospitare la grande convegnistica. Ma anche la concertistica potrebbe trovare spazio qui».
All’interno dell’area espositiva del Campidoglio alla nuova Fiera di Roma nell’ambito del Josp Fest, si possono ammirare ricostruzioni fedeli di armature del IV secolo avanti Cristo fino ai tempi di Costantino. È possibile anche vedere come vestivano gli opliti romani o le armature dei gladiatori del I secolo dopo Cristo. Il 700 è rappresentato da un capolavoro come la Dea Roma di Domenico Corvi, allievo di Rubens, un olio su tela conservato alla pinacoteca capitolina, e l’800 da una prestigiosa opera del vedutismo romano (Museo di Roma) che raffigura una processione a San Pietro. Il plastico della Nuvola di Fukas ed il video dell’acquario sotto il laghetto dell’Eur proiettano, invece, i visitatori in un immediato futuro. Non manca il desk informativo di orientamento e informazione al turista con la possibilità di consultazione della banca dati, dell’acquisto della Roma Pass, e di prenotare anche uno spettacolo. L’assessorato al turismo per l’occasione ha preparato una guida dedicata a un itinerario tra le principali chiese romane, la sinagoga e la moschea, nello spirito di Josp per un dialogo interculturale che promuove la pace fra le diverse religioni ed i popoli del mondo, una guida Roma città del Vaticano ed un itinerario intorno a Castel Sant’Angelo e al Tevere.
«Abbiamo portato qui la macchina del tempo - ha spiegato ancora il vicesindaco - ciò che un turista e un pellegrino può vedere solo a Roma dal 400 avanti Cristo fino al 2012, l’anno nel quale saranno consegnate le ultime opere dell’accoglienza turistica a Roma».