Turista americana stuprata nel parco In manette clochard romeno

Un romeno di 29 anni senza fissa dimora è stato fermato a Roma dagli agenti della Polizia di Stato con l’accusa di aver violentato una giovane turista americana in una cabina elettrica nei pressi di Villa Borghese. L’episodio è avvenuto nella serata di martedì quando la ventisettenne, a Roma in vacanza, sarebbe stata «abbordata» in piazza della Repubblica mentre faceva acquisti su una bancarella. Secondo il racconto che la ragazza ha fatto agli agenti, l’uomo si è presentato con il nome di Gulien parlando in lingua inglese. Poi si offerto di aiutarla a cercare un posto dove dormire, giacchè la donna gli aveva detto di aver lasciato la camera. Insieme sono poi saliti su un autobus per poi scendere nei pressi di villa Borghese dove si sono ritrovati nelle vicinanze di una cabina elettrica. È stato a questo punto che il romeno l’ha spinta all’interno e l’ha poi violentata. La donna è stata bloccata e spogliata e violentata. Poi è riuscita a fuggire e a chiedere aiuto a un passante nelle vicinenze della fermata della metropolitana di Piazzale Flaminio. Da qui l’allarme alla Polizia che è riuscita a bloccare l’autore dello stupro. L’uomo è stato trovato mercoledì pomeriggio a Villa Borghese, nella cabina elettrica dove era stata comsumata la violenza.