Turista italiano ucciso per rapina ad Hammamet

Un cittadino italiano in vacanza in Tunisia è stato ucciso con una coltellata alla gola domenica ad Hammamet. Secondo le prime indagini l’omicidio è dovuto ad un episodio di criminalità comune. Lo si apprende dalla Farnesina. Successive indagini hanno portato a identificare il nostro connazionale in Adolfo Milite, 60 anni, di Nocera Superiore: era un ex allenatore di calcio. Milite ebbe un momento di popolarità come allenatore in seconda della Cavese nel 1981-82, quando la squadra guidata da Rino Santin arrivò in serie B. Milite viveva in Tunisia da una decina d’anni. Secondo una prima ricostruzione, ad ucciderlo sarebbero stati due rapinatori che la vittima aveva sorpreso in casa. Entrambi sono stati arrestati.