Turista italiano viene arrestato e muore in cella

Un turista leccese di 35 anni, è morto in una cella del commissariato di Cancun, in Messico, dove si trovava per ubriachezza molesta. L'uomo, il giorno della partenza, sarebbe uscito dall'albergo seminudo, venendo arrestato, processato e condannato a 36 ore di detenzione. In commissariato avrebbe avuto un principio di infarto, ma nessuno lo ha portato in ospedale e alcune ore dopo è morto. La famiglia chiede che sulla vicenda sia fatta chiarezza. Il caso è seguito con grande attenzione dalle autorità consolari e diplomatiche italiane in Messico. L'ambasciatore d'Italia Felice Scauso ha detto che si sta adoperando il console italiano a Cancun e che l'ambasciata è in contatto con la famiglia e con le autorità locali a cui è stata chiesta un’indagine esaustiva.