Turisti nello spazio? Ora si può

Un sogno diventà realtà: arriva anche in Italia la possibilità di prenotare un viaggio tra le stelle. Si volerà con lo <em>Spaceshiptwo</em>, un aereo di avanzata tecnologia in grado di accogliere sei passeggeri più due piloti. I voli partiranno dal New Mexico. Biglietti a partire da 126mila euro

Milano - Non esistono ancora i voli low-cost ma di sicuro un bel traguardo è già stato raggiunto: d'ora in poi non solo gli astronauti potranno ammirare la terra dallo spazio. Ormai tutti potranno fare questa magnifica esperienza. Proprio in questi giorni, a Roma, è stato presentato il progetto per la “commercializzazione” dei viaggi nello spazio. Arriva in Italia grazie all’accordo della Your Private Italy e la Virgin Galactic: si potrà prenotare ora per viaggiare nel 2010.

Il progetto Lo Spaceshiptwo, l’aereo spaziale che permetterà ai clienti di diventare astronauti per un giorno, è un mezzo di avanzata tecnologia: realizzato in carbonio composito, sarà in grado di accogliere sei passeggeri più due piloti. La principale caratteristica dello Spaceshiptwo, grazie ad un sistema di rotazione particolare delle ali, è che permette ai passeggeri di godere di questa fantastica esperienza atterrando in modo lento e orizzontale, prima nave spaziale con queste caratteristiche.

I voli spaziali partiranno dall’aeroporto nel New Mexico “Spaceport America”, unico realizzato per i viaggi commerciali nello spazio, e avranno ufficialmente inizio nel 2010 con decolli ogni settimana. Ma già da questi giorni si può prenotare anche in Italia. Non bisogna scoraggiarsi perché non occorrono particolari referenze, né biologiche, né fisiche, infatti il primo volo avrà un passeggero di 88 anni e un aspirante astronauta senza l’uso delle gambe. C’è solo un “problema” economico. Il “viaggetto” nello spazio, infatti, non è proprio a buon mercato: il biglietto è venduto a 126.000 euro. Ma si sa , realizzare un sogno non ha prezzo.

La preparazione Il costo del biglietto comprende tre giorni di preparazione, allenamenti per abituare il fisico all’insolito sforzo, l’alloggio in un albergo a cinque stelle dove sarà possibile accogliere anche i familiari, e chiaramente il “sogno-realtà” che durerà due ore e trenta nelle quali i coraggiosi esploratori della navicella sperimenteranno l'assenza di peso e la velocità del suono, seduti per la prima parte del volo e poi distesi una volta raggiunta la massima altitudine, per minimizzare l'effetto della forza G sul corpo.

Il rispetto ambientale Particolare attenzione è rivolta al rispetto dell’ambiente: con Spaceshiptwo si ridurranno le emissioni nocive nell’aria, poiché la maggior parte di esse - per il lancio - avverranno fuori dall’atmosfera. Per il rientro, invece, si sfrutterà la forza di gravità evitando di accendere i motori.

Il sogno diventa realtà I fortunati (e coraggiosi) passeggeri avranno la possibilità di osservare la terra dagli oblò della navicella, immersi nello spazio e senza forza di gravità. Sarà un’esperienza indimenticabile. Soprattutto quel momento unico: 3,2,1… Partiti!