Turisti rapiti, l’Etiopia accusa gli eritrei

Asmara. L’Eritrea ha smentito categoricamente le affermazioni di un responsabile regionale etiopico, che accusa forze eritree di aver rapito cinque turisti (tra cui un’italiana) e 13 etiopici di cui non si hanno notizie da giovedì scorso. «È una follia, nessuno è coinvolto in qualsivoglia rapimento - ha detto il portavoce del presidente eritreo Isaias Afeworki -. È certo che non vi sono soldati eritrei in Etiopia: ci sono osservatori Onu nella regione, come avrebbero potuto attraversare la frontiera?», ha chiesto. Dopo la guerra che le ha opposte dal 1998 al 2000, Etiopia ed Eritrea hanno mantenuto relazioni tese e si scambiano spesso accuse. Intanto Londra ha inviato ad Addis Abeba un gruppo di funzionari del ministero degli Esteri per partecipare alle ricerche dei cinque cittadini scomparsi.