Tursi al via: addio parcheggi gratis

Francesco Gambaro

Il conto alla rovescia è già iniziato: salvo imprevisti dell'ultima ora, scatterà tra due settimane il nuovo piano parcheggi predisposto da Comune e Ami per disciplinare la sosta in città.
Si chiama «Blu Area» la rivoluzione copernicana destinata a stravolgere le abitudini degli automobilisti genovesi, che d'ora in poi potranno sostare soltanto a pagamento a Carignano, in Centro e alla Foce, le prime tre zone interessate da questa fase sperimentale. I residenti, invece, potranno parcheggiare liberamente e senza limiti di tempo, dietro l'esibizione di un contrassegno dal valore di 25 euro, in una delle sottozone nelle quali è stata suddivisa la «Blu Area». Sono sette zone, indicate con le lettere dell'alfabeto, che includono le strade di Carignano, della Foce e del Centro. Per aiutare i genovesi a districarsi nei meandri del nuovo piano parcheggi, il Comune ha predisposto una campagna informativa imponente. Si parte con l'affissione di 1300 manifesti e la distribuzione di 60 mila depliant, che verranno consegnati alle famiglie dei residenti nella Blu Area e distribuiti presso circoscrizioni, sportelli del cittadino, sezioni della polizia municipale. L'opuscolo contiene il modulo di presentazione della domanda relativa alla richiesta del contrassegno annuale. «Ma nessuno deve fare le corse per averlo», afferma l'assessore alla Mobilità Arcangelo Merella. Che spiega: «Allo scopo di evitare inutili attese agli sportelli, il rilascio dei contrassegni, che avverrà solo presso l'Aci di viale Brigate Partigiane, sarà scaglionato nel tempo per le diverse sottozone». In pratica, prima di recarsi agli uffici Aci, basterà attendere la data che verrà comunicata nelle locandine affisse ai portoni di ogni casa. Nel frattempo non sono previste sanzioni. E c'è di più, i residenti in attesa del contrassegno possono continuare a esporre il «permesso Zsl» o la fotocopia del libretto di circolazione.
I contrassegni verranno rilasciati dall'Aci, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 17.30. Chi non avesse ricevuto la documentazione a casa, potrà scaricarla dal sito www.bluareagenova.it o ritirarla presso gli info point. E i non residenti? Dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 20, potranno parcheggiare nella Blu Area pagando una tariffa oraria di 20 centesimi ogni 6 minuti o frazione di 6 minuti e 2 euro l'ora. Il tutto allo scopo di scoraggiare le soste lunghe e aumentare la disponibilità di posti auto. Le modalità di pagamento: il classico parcometro a moneta, o il voucher tipo «gratta e sosta» con cui si pagano 1 o 2 ore, oppure - ed è una novità - gli apparecchi elettronici da esporre sul cruscotto, rilasciati dalla Genova Parcheggi.
Trattasi, in sostanza, di tessere dal valore di 50 euro per 25 ore di sosta che hanno il vantaggio di pagare il tempo effettivo del parcheggio con frazioni di 3 centesimi al minuto. Dove si trovano? Nelle tabaccherie, nelle edicole o in tutte le rivendite che espongono l'adesivo Blu Area. Si parte con la sottozona E che comprende corso Quadrio (tra lo sblocco di via D'Annunzio e Corso Aurelio Saffi) e Corso Saffi fino al civico 7. Per proseguire ogni 7, 10 giorni nelle sottozone D, A, B, C, F, G. I cui abitanti verranno debitamente informati attraverso gli opuscoli del Comune.
L'esperimento andrà avanti fino a Natale.