«Tursi butta via anche l’acqua»

Gentile Direttore Massimiliano Lussana, chiedo ospitalità sul Suo giornale in relazione alle dichiarazioni dell’Assessore alle Manutenzioni Valter Seggi e del Sindaco di Genova Giuseppe Pericu apparse in merito ai risparmi sulle utenze comunali (luce, acqua) che la Civica Amministrazione si accinge a mettere in essere a causa della «Finanziaria».
Tra i provvedimenti decisi da Tursi, ci sono anche le limitazioni all’illuminazione pubblica in alcune ore della notte e all’erogazione dell’acqua alla fontana di De Ferrari.
Preciso, infatti, che questo nuovo orientamento della Giunta di Centro sinistra del Comune di Genova nasce il giorno dopo la presentazione di una iniziativa consiliare del Gruppo di Forza Italia, dalla quale emerge che, negli ultimi anni, la bolletta per l’acqua della fontana di piazza De Ferrari era decuplicata da 29.000.000 di vecchie lire del 1999 a 122.000 euro nel 2003.
Quindi il fervore verso una maggiore attenzione all’uso del denaro pubblico nasce da quanto sopra denunciato e riportato dai mass-media, cioè il cattivo uso delle risorse comuni e la mancata vigilanza da parte dell’Esecutivo genovese, che, ora cerca di giustificarsi.
Grato se vorrà riportare questa mia osservazione a confronto delle esternazioni della Giunta comunale di Genova.
Buon lavoro.
Capogruppo di Forza Italia

in Consiglio comunale