«Tursi controlli gli accattoni stranieri»

I consiglieri regionale Gianni Plinio e comunale Gianni Bernabò Brea (An) hanno chiesto al sindaco di Genova Marta Vincenzi di predisporre, di concerto con i vertici delle Forze dell’Ordine e della Polizia Municipale, un piano finalizzato alla individuazione e successiva espulsione di stranieri, come nel caso di romeni o di zingari che praticano l’accattonaggio molesto e vivono di espedienti, non in grado di attestare la loro piena autosufficienza economica.
«La sindaca Vincenzi - hanno spiegato - imiti la collega milanese Moratti che ha recentemente concordato con i vertici delle Forze dell’Ordine un piano di controlli, da immagazzinare in un banca-dati a disposizione anche delle Polizie Municipali di tutti i Comuni della Provincia, per contrastare la sempre più dilagante presenza di quei cittadini anche comunitari, in special modo rumeni, che praticano l’accattonaggio molesto o che non si sa di che cosa vivano. Ciò - insistono i rappresentanti di Alleanza nazionale - in attuazione del recente decreto legislativo che ha recepito la direttiva dell’Unione Europea che consente ai cittadini comunitari di circolare e soggiornare negli Stati membri ma a condizione che dimostrino di avere i mezzi per il proprio sostentamento».