Tursi fa lo sconto agli «abbonati» del mercato

Il Comune e la Sgm, la società che gestisce il nuovo mercato ortofrutticolo di Bolzaneto, fanno retromarcia. Dunque, lieve diminuzione accordata per il costo della tessera annuale d'ingresso per i privati, che vincola a sborsare 40 euro, anziché 50 come inizialmente previsto. Ciò significa che il privato, per poter accedere al nuovo mercato con la macchina, dovrà diligentemente pagare a un ufficio postale la somma stabilita. I moduli prestampati potranno essere ritirati negli uffici della società (all'interno del mercato) dalle 14 alle ore 17.
Paga anche chi arriva in autobus o a piedi: 10 euro è il costo imposto per chi non utilizza il parcheggio auto. Cambio di programma anche per l'orario di acquisto: i privati potranno comprare i colli di frutta e verdura dalle 9 alle 10.30 ogni martedì e venerdì. A far chiarezza sulle ultime novità sono stati ieri gli assessori comunali ai Lavori Pubblici Mario Margini e al Commercio Gianni Vassallo. Entrambi hanno invitato le famiglie a partecipare alle iniziative in programma domani per festeggiare un mercato «che va» e uno «che viene». A Bolzaneto gli assessori spiegano: «Gli operatori del nuovo mercato incontreranno la popolazione tra scivoli, giochi per la festa che parte alle ore 15». Durante la manifestazione sarà possibile ritirare i moduli prestampati per il pagamento della tessera.
Il saluto del vecchio mercato di corso Sardegna è programma in piazza Manzoni, dove sfilerà la banda marciante a partire dalle 14. La scuola media statale Parini Merello di via Archimede, diventa la sede per la presentazione del nuovo progetto di risanamento del vecchio mercato. «E' importante che i cittadini vengano messi al corrente del futuro di quest'area - ha chiarito subito Margini -. Innanzitutto non demoliamo niente e non costruiremo nuovi palazzi. Presenteremo non vuol dire parleremo, perché siamo nella condizione di poter dire che entro la fine dell'anno tutti i progetti per corso Sardegna, verranno presentati in Comune per essere discussi. Conto di cantierare nei primi sei mesi dell'anno prossimo - ha aggiunto -. Ovviamente parliamo di un cantiere del valore di 100 milioni di euro; ma da un punto di vista autorizzativo siamo molto avanti». «Insomma recupereremo la struttura innovandola profondamente, con due asili nido e un centro per anziani. La cosa che abbiamo chiuso è che lì ci andranno 3mila metri di struttura sanitaria, la più grande che possiamo attivare» ha concluso l'assessore Margini.