Tursi lancia le «visite guidate» al cimitero

Cimiteri, Blu Area, ex mercato ortofrutticolo di corso Sardegna i principali argomenti discussi ieri in Consiglio comunale.
Cimiteri Sono senza scale. Un tormentone che torna ogni anno, quando il calendario si avvicina al 2 novembre. La risposta dell'assessore ai Servizi cimiteriali, Paolo Veardo, è semplice: fondi per gli interventi straordinari non ce ne sono. Ci saranno invece una serie di giovani volontari a disposizione degli anziani, nei giorni in cui il cimitero di Staglieno è più frequentato. Ma i colombari alti resteranno difficilmente raggiungibili. Le scale sono poche, molte erano fuori norma e sono state eliminate, senza essere sostituite.
Blu Area È stata presentata per essere votata la proposta della giunta di ridurre la tariffazione sulle Isole Azzurre. L'idea era quella di far passare le tariffe orarie da 2 euro a 1,50. Troppo pochi i parcheggi occupati a Sampierdarena, Sestri Ponente e Bolzaneto, e la giunta, piuttosto che vedere gli stalli senza auto, pensava di tornare, in parte, sui propri passi (ma la delibera avrebbe lasciato inalterate le tariffe da 2,50 euro all'ora per il centro. Tanto lì i parcheggi sono sempre e comunque pieni). Colpo di scena al momento del voto: gli esponenti di centrodestra escono dall’aula e fanno mancare il numero legale, per le diffuse assenze nel campo del centrosinistra. «Maggioranza sempre più smandrappata» commenta il capogruppo Pdl, Matteo Campora. In appendice, ennesimo, frizzante scambio di opinioni (e colpi proibiti) fra Giuseppe Cecconi (Pdl) e Alberto Gagliardi (Idv). Verdetto di parità contestato. Intanto oggi, alle 11, presso il Bar Fragolino in via Paolo Giacometti viene presentato il movimento «Indignati contro le Blu Area». Spiega uno dei leader del movimento, Giuseppe Occhiuto: «Abbiamo deciso di darci un’organizzazione».
Vecchio mercato «È solo una questione di volontà. La questione si può risolvere in poche settimane». Lo assicura l'assessore ai Lavori pubblici, Mario Margini. Si torna a parlare dell'odissea che da 12 anni ha come protagonista il project finacing per la riqualificazione dell'ex mercato ortofrutticolo. Comune e Regione, spiega l'assessore, hanno trovato l'accordo per salvare la presenza della piastra ambulatoriale della Asl 3 sul nuovo insediamento. «Ora tocca al costruttore tornare in consiglio comunale con il progetto riveduto e corretto». Se questo non dovesse accadere «Significa ripercorrere tutta la strada fatta fin qui da capo - osserva Campora -, non ci voglio neanche pensare».