Tursi specula anche sulla «sosta» dei morti

Al cimitero si paga il parcheggio

Roberta Bottino

La scorsa settimana il cimitero monumentale di Staglieno è stato affollato di persone che si recavano a far visita ai propri cari. Per tutti coloro che sono arrivati in automobile però, non sono mancate le sorprese. Novità spiacevoli, inaspettate, non segnalate e soprattutto salate. Come i parcheggi a pagamento nonostante le strisce bianche sull'asfalto. Questa la denuncia che solleva il consigliere comunale di Alleanza Nazionale Aldo Praticò. «Nei giorni scorsi mi sono recato al cimitero di Staglieno - racconta -. Arrivato dal parcheggio davanti all'entrata vado a scoprire che il centinaio di parcheggi gratis, su strisce bianche, erano diventati magicamente a pagamento. La cosa assurda è che non c'era alcun cartello che indicasse questo cambiamento, ma solo due addetti di Genova Parcheggi pronti a chiedere denaro agli sventurati automobilisti».
Disorientato, di fronte al cartello con impressa l'enorme «P», il consigliere di Alleanza Nazionale ha chiesto chiarimenti. «In questi giorni si deve pagare» è stata la secca risposta dei parcheggiatori. «Dopo aver risposto alla mia lecita domanda - continua Praticò - Mi hanno chiesto per quanto tempo avevo intenzione di fermarmi. Ho risposto che pensavo di restare mezz'ora e, senza consultare alcun tipo di tariffario, mi hanno fatto pagare 50 centesimi, una cifra che a Genova neppure esiste. Sono tornato dopo 45 minuti e non mi hanno fatto pagare la differenza, mentre un mio amico, che si è recato al cimitero il giorno dopo, ha pagato 1 euro e 50 per stare un'ora. Tutto ciò mi fa pensare e chiedo se questa non sia una chiara forma di abusivismo». Il consigliere di An ha chiesto immediatamente spiegazioni a un vigile presente, il quale gli ha risposto che da quattro o cinque anni Genova Parcheggi durante la settimana dei defunti, fa pagare la sosta. «Non esiste alcun cartello però - tuona Praticò - che informi chi deve parcheggiare. Il Comune specula sui morti. Sembra di essere a Napoli dove ti metti d'accordo con i parcheggiatori abusivi». Proprio su tale questione il consigliere di Alleanza Nazionale ha presentato un articolo 38 al sindaco e alla giunta per venire a capo di questo arcano e soprattutto, in questa interrogazione urgente, chiede dove vada a finire e chi controlli quel denaro che s'intascano gli addetti di Genova Parcheggi.