Tutelare l’ambiente

di Gianni Costa*

Caro Lussana, ho letto con molto interesse l'intervento «appello agli amministratori» a firma di Marco Delpino, pubblicato sull'edizione de «Il Giornale» giovedì 5 febbraio '09, e sono sostanzialmente d'accordo con questo scritto, perché ritengo che la tutela dell'ambiente (in particolare a Santa Margherita Ligure), la valorizzazione del territorio, anche sotto l'aspetto turistico e culturale, possano davvero rappresentare i temi «forti» della prossima campagna elettorale.
Condividendo, in sostanza, i concetti espressi da Delpino, cui va il merito di aver sempre rappresentato, con obiettività, una linea ambientalista e culturale di eccellenza, sono pronto sin d'ora a far sì che i temi avanzati possano entrare a far parte del dibattito politico-amministrativo sammargheritese.
Nel futuro immediato, Santa Margherita Ligure - al fine di poter recuperare, in termini economici, dopo questo periodo di crisi che noi tutti ci auguriamo passeggero - quell'immagine di città accogliente e ospitale che ha fatto le fortune turistiche del nostro territorio dovrà puntare su questi valori. Per cui, se da una parte occorrerà ribadire una salvaguardia dell'ambiente attraverso una revisione del Puc onde evitare interventi speculativi, dall'altra occorrerà pensare alla difesa della residenzialità e, al tempo stesso, conciliare le scelte con la valorizzazione di quell'offerta turistica di qualità in grado di soddisfare le esigenze sia dei fruitori delle «seconde case» che dei turisti.
Rendere ancor più vivibile Santa Margherita Ligure vorrà dire offrire nuove opportunità di lavoro ai giovani cittadini, ma anche nuove occasioni e nuovi motivi per prolungare i loro soggiorni agli ospiti. Tutto ciò potrà realizzarsi attraverso una riqualificazione delle offerte ambientali, turistiche e culturali.
Accetto, pertanto, la «sfida» lanciata da Delpino, lieto di poter inserire elementi propositivi nel programma elettorale che il centro-destra saprà indicare agli elettori.
Grazie e cordiali saluti.
*Candidato sindaco
del Popolo della Libertà