Tutta Italia a canestro contro Siena per dimenticare il flop in Europa

Milano, Roma e Treviso inseguono i campioni. Finale su 7 partite la novità

Risvegliarsi dall'incubo dell’europeo fallito con una Nazionale fragile nella testa, anche se adesso l'unica vittima sembra il povero dirigente Mattioli, finito in ospedale con l'infarto, per rivedere tutto in una diversa prospettiva, con il campionato di basket che parte questa sera da Capo d'Orlando proponendo la Pierrel, animata da Gianmarco Pozzecco, contro la Fortezza Virtus che dopo la finale dell'anno scorso ha deciso di cambiare tutto lo stesso, dall'allenatore ai giocatori, per assestarsi meglio nei prossimi tre anni.
Serve passione per sentire freddo come nel trasandato trofeo Tim che al Palalido milanese ha portato pochissima gente, ma che ci ha confermato come Siena, campione d'Italia, sia davvero la squadra da sfidare. Ha vinto anche il girotondo milanese, rimanendo imbattuta nel precampionato, prima sistemando la Virtus e poi leggendo la mano all'Armani, rinforzata da quattrini in arrivo dall'Inghilterra e dal Dubai, che fa una gran fatica a difendere il suo canestro e speriamo non la sana crescita di un Gallinari.
Dimenticare la Spagna cercando passione anche dentro squadre che continuano ad avere porte girevoli come alberghi, ospitando giocatori che a parole sembrano affascinati, ma poi sul campo, perdono il controllo, fino alla vergogna, come è capitato nella supercoppa alla Benetton , l'unica che domani non sarà in campo, perché rappresenterà il basket europeo con il Cska in Cina. Treviso esordirà a Pesaro, città benedetta per questo sport, una chiesa dove da due anni non si cantava per il grande basket, il 6 ottobre, mentre domani, compresa la Scavolini, impegnata a Scafati, saranno in campo tutte le altre cominciando a mezzogiorno con Armani-Eldo Napoli che si sfidano al Forum preoccupate per la salute di troppi giocatori, ma anche impegnate a farci capire se Milano è davvero una sfidante per il Montepaschi, la squadra che in serata ad Udine chiuderà in Tv la prima giornata.
Sarà la fatica in Eurolega, all'esordio il 24 ottobre per Montepaschi e Virtus, il 25 per Armani e Lottomatica, a dare variazioni al tema in un campionato che nei primi 21 giorni offrirà ben 6 giornate del torneo. Si va di corsa adesso per poi buttare via il tempo nei play off prima di arrivare alla finalissima che, da quest'anno, sarà al meglio delle 7 partite cominciando il 31 maggio.

Tv: Capo d’Orlando-Virtus Bologna, Sky3 ore 20.30