Tutta l’Europa riparte a razzo

Bene a Milano bancari e assicurativi

Piazza Affari in deciso rialzo dopo l’interruzione per le festività pasquali mette a segno il secondo miglior balzo da inizio 2005. Il mercato milanese ha chiuso con il Mibtel in progresso del 3,58% a 23.941 punti e lo S&P/Mib del 3,56% a 31.453 punti, in scia all’onda innescata dal rilancio di Jp Morgan su Bear Stearns. Gli scambi sono stati in linea con le sedute precedenti pari a 1,5 miliardi di azioni, per un controvalore di 4,9 miliardi di euro. Segno più per i comparti bancario, assicurativo e finanziario: sono cresciute a ritmi serrati Banco Popolare (più 7,4% a 11,03 euro), Mediobanca (più 7,7% a 13,08 euro), UniCredit (più 3,1% a 4,26 euro) e Intesa Sanpaolo (più 3,7% a 4,5 euro). Positive anche Mps (più 2,9% a 2,83 euro) e Bpm (più 1,4% a 7,13 euro). Nel comparto assicurativo in evidenza Unipol (più 12% a 1,85 euro) premiata dal mercato per i risultati pubblicati giovedì scorso a mercato chiuso. Bene anche Generali (più 3,5% a 28,08 euro). Nell’energia bene Eni (più 2,25% a 21,34 euro), Enel (più 1,55% a 6,61 euro) e A2A (più 3,3% a 2,32 euro). La giornata di forti guadagni ha portato le Borse europee a recuperare 227 miliardi di euro di capitalizzazione. L’indice Dj Stoxx 600, che fotografa l’andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio Continente, ha chiuso in rialzo del 3,29%. Bene le piazze principali: Londra ha guadagnato il 3,53%, Francoforte è cresciuto del 3,24% e Parigi ha registrato un progresso del 3,49%. Debole Wall Street sulla scia dei dati congiunturali: il Dow Jones chiude in flessione dello 0,1%, mentre il Nasdaq guadagna lo 0,6%. Positivo anche lo S&P 500, che sale dello 0,2%.