Per tutte le categorie bilancio rosso in aprile

È negativo anche ad aprile il bilancio di raccolta per il sistema fondi. I dati di Assogestioni evidenziano deflussi per 8,4 miliardi e un patrimonio di 507,8 miliardi. Nel corso del mese, informa una nota, i riscatti sono superiori alle sottoscrizioni per tutte le categorie censite.
In particolare, per il secondo mese consecutivo anche i fondi hedge registrano un risultato di raccolta negativo, con deflussi per 511 milioni. Il patrimonio investito nella categoria è in leggera flessione ed è pari a oltre 35 miliardi. Frenano i riscatti per i fondi bilanciati, che restano in territorio negativo per 558 milioni. Alla categoria sono affidati asset per 23,6 miliardi. I prodotti flessibili perdono poco meno di un miliardo (924 milioni di euro) e il loro patrimonio resta ancorato oltre la quota dei 61 miliardi. Rallentano ad aprile le perdite per i prodotti azionari che, dai tre miliardi dello scorso mese, passano a 1,3 miliardi di deflussi netti.
Gli asset imputabili alla categoria sono oggi pari a poco meno di 103 miliardi. I fondi di liquidità, invece, dopo aver inanellato una lunga serie di risultati di raccolta positivi, questo mese fanno i conti con riscatti che sfiorano gli 1,5 miliardi. Il patrimonio gestito in fondi è pari a 91,3 miliardi. A registrare i deflussi più consistenti ad aprile sono però i fondi obbligazionari. Per la categoria il rendiconto delle sottoscrizioni è negativo per 3,6 miliardi e il patrimonio ammonta a 194 miliardi. Diminuisce, sotto l’effetto di riscatti pari a 6,5 miliardi, il patrimonio dei fondi italiani che si colloca a quota 288 miliardi.
I roundtrip (fondi italiani di diritto estero) subiscono nel mese riscatti poco superiori a un miliardo e detengono masse inferiori a 182 miliardi. In negativo anche l’andamento dei prodotti esteri, che chiudono provvisoriamente con flussi negativi pari a 874 milioni e un patrimonio di 38 miliardi. A livello di sottocategorie, la ritrovata forza del dollaro, ha ridato smalto ai fondi azionari America (che registrano una raccolta netta positiva di 253 milioni), ai fondi di liquidità dollaro (18 milioni) e ai fondi obbligazionari area dollaro high yield (35 milioni).