Tutte le città del mondo dove il domani è già oggi

Sostenibilità e servizi: ecco dove si vive meglio

TOKYO

Il Giappone è stata a lungo la nazione più hitech dell'Asia. A Tokyo sono in uso da oltre 15 anni delle carte ricaricabili per ai mezzi di trasporto e che possono essere usate anche per parcheggi, consegne, negozi e distributori automatici. I quali, grazie al riconoscimento facciale, capiscono l'età e il sesso del cliente per suggerire il prodotto più giusto.

MONTREAL

In Canada fa freddo e nevica un giorno su tre. per saperte quando arriverà lo spazzaneve basta collegarsi a un'app messa a disposizione dal Comune e che traccia percorsi e tempi della pulizia

.

TEL AVIV

Nel 2014, allo Smart City Expo di Barcellona, è stata premiata come la città più intelligente al mondo. L'app DigiTel consente di avere un canale istantaneo di comunicazione con l'amministrazione comunale e in città c'è una rete di wifi gratuita, spiagge comprese.

LONDRA

Chi possiede un'auto sa che la capitale londinese è l'inferno del parcheggio. Eppure non è proprio così: per le strade sono stati messi dei sensori di peso che segnalano via app gli spazi liberi.

DUBAI

Ecco le palme intelligenti: non solo alberi, ma anche postazioni con otto prese per ricaricare il cellulare e un sistema che produce wi-fi illimitato nel raggio di 100 metri.

YINCHUAN

Non è una delle città più conosciute della Cina, ma sicuramente è una delle più intelligenti. Per esempio ha dei contenitori dei rifiuti che funzionano con l'energia solare per compattare la spazzatura e avvertono quando sono pieni. Ci sono degli ologrammi al posto degli addetti alla reception in Comune e i mezzi si pagano solamente guardando la macchina dei biglietti.

SEUL

Oltre ad essere la Patria delle più grandi compagnie di tecnologia del mondo (Samsung, LG), è anche la città dove tutto si fa con gli smartphone. In più ci sono strade che ricaricano i veicoli elettrici al loro passaggio, il wi-fi è gratuito quasi dappertutto, esistono negozi virtuali alle fermate del bus per farsi portare la spesa a casa. E con u-City, nel quartiere di Eunpyeong, ci sono telecamere intelligenti che evitano intrusi nelle proprietà private.

NAIROBI

Anche in Africa esistono capitali tecnologiche: a Nairobi è già stato avviato un sistema di pagamenti tramite smartphone e un progetto di sviluppo diu cure mediche accessibili da un'applicazione.

SINGAPORE

Come stare in un film di fantascienza: nella città-stato asiatica ci sono taxi senza conducente e droni che sorvolano la città. L'app più utile? Quella lanciata dal Ministero dell'Interno per la prevenzione di attacchi terroristici.

HONG KONG

Dal 1997 c'è la carta Octopus, con la quale gli abitanti pagano tutto. E in molti edifici della città si entra con le impronti digitali, utrilizzate anche per accedere al proprio conto in banca.

BANGALORE

L'India è la più grande realtà tecnologica in ascesa nel mondo. A Bangalore ha sede il «Bagmane Tech Park», un parco futuristico per la ricerca e lo sviluppo di software dove sono impiegati circa il 35% dei professionisti indiani dell'Information Technology

SAN FRANCISCO

È la città-simbolo della Silicon Valley, là dove sono nati (e hanno sede) colossi come Apple e Google. Nella quale viaggiano autobus dotati di schermi touch interattivi. ovviamente il wi-fi è libero dappertutto.

HELSINKI

Qui dove ogni edificio, privato o no, ha in dotazione una sauna,la fama è cresciuta soprattutto grazie a Nokia. Il Comune ha lanciato un progetto che andrà a regime nel 2025: grazie al cellulare si potrà prenotare pagare ogni genere di servizio di trasporto, da prendere in qualsiasi punto della città. E quindi il bike sharing, il taxi, il minibus e il traghetto.

MASDAR

Ovvero Abu Dhabi: qui nasce la prima città al mondo che ha il dichiarato obbiettivo di avere zero emissioni di CO2 e zero rifiuti. Creata per 7.000 residenti, è stata ideata per avere pannelli solari, trasporti pubblici a energia pulita, raffreddamento naturale delle strade e poliziotti che controlleranno i consumi quando sarà definitivamente ultimata.

BOLOGNA

Nel 2016 è stata giudicata la città più smart d'Italia, grazie a servizi innovativi che sono stati introdotti per i cittadini. Ovvero (ma non solo): servizi online offerti dal comune, l'accessibilità ad una rete wi-fi performante, la pianificazione multimediale dei mezzi pubblici, i corrieri in bicicletta, le card e le app per visitare la città, l'e-commerce di prodotti locali, l'accesso al fascicolo sanitario elettronico, i portali universitari.