Tutte fandonie: uno come Bush è irraggiungibile

Ma c’è chi dice no. Come Judith Kleinfeld dell'Università dell'Alaska a Fairbanks che ha scritto un saggio, «Il problema con il mondo piccolo», per smontarne le tesi. «Viviamo in un mondo in cui il capitale sociale, e cioè la capacità di stabilire rapporti personali, non è diffuso ma appartiene alle elites» la sua tesi. E cioè che la ricchezza, il luogo di residenza, il colore della pelle abbiano un ruolo nelle capacità di socializzare delle persone. Tra noi comuni mortali insomma e per esempio George Bush non esisterebbero sei gradi di separazione ma nove s non di più.