Tutte le manovre di Marta per sbarcare sui moli

Ferruccio Repetti

Che i moli genovesi siano «cosa sua e solo sua», lei, Marta Vincenzi, sindaco e massima esperta vivente della teoria del porto lungo e dell’area vasta, lo ha sempre detto e ripetuto, fin dai giorni della campagna elettorale. Tanto da arrivare al punto di vaticinare uno scalo da 15 milioni di contenitori (per ora la «valanga» si ferma a 1 milione e 600mila...), entro pochi anni e, ovviamente, grazie a lei e al suo superconsulente Maurizio Maresca. Ma ora che (...)