Tutte le strade più pazze d’America dalla via dei divorzi a quella inutile

E un concorso sul web premia «Testa pazza»

Eleonora Barbieri

Se uno è al verde, è probabile che si senta anche un po’ giù. Lo sanno bene gli abitanti di Albany, cittadina americana nello stato della Georgia dove c'è un incrocio che, ogni giorno, ricorda il legame fra soldi e felicità: è il punto d'incontro fra Lonesome Road e Hardup Road, ovvero le vie della malinconia (come quella notturna della canzone di Elvis Presley) e di chi è senza un dollaro. Due vie che hanno meritato una menzione speciale nel Wild, Weird and Wacky Street Names Contest («Concorso per i nomi delle strade più folli, strani e stravaganti»), gara lanciata dal sito americano thecarconnection.com.
La contesa è cominciata in dicembre, quando i visitatori della pagina web hanno iniziato a spedire indicazioni e fotografie di vicoli e viali, fino a raggiungere quota 2.500 a fine gennaio. Pochi giorni fa due sondaggi incrociati, uno fra i redattori e uno fra i lettori, hanno decretato il vincitore, il «sentiero dei fuori di testa» (in inglese Psycho Path). Non è che tutti in quella via siano matti, ha precisato il direttore del sito: probabilmente è soltanto espressione del proprietario, che può affibbiare alla sua strada il nome che preferisce. Sorge quindi qualche dubbio sulla tranquillità coniugale del secondo classificato, Divorce Court («corte del divorzio»): come ha spiegato alla Bbc uno dei sette abitanti di questa strada della Pennsylvania, la maggior parte dei suoi vicini è divorziata. Terzo premio a Farfrompoopen Road, strada per chi ha problemi di stitichezza, quinto per la Unexpected Road, la via «inaspettata». Solo un quarto posto per l'incrocio fra le vie Clinton e Fidelity (ovvero fedeltà): l'ironia abita a Houston, Texas. Le intersezioni danno soddisfazione, come quella jazz fra le vie Count e Basie, quella fra Stroke (il colpo apoplettico) e Acoma o quella, segnalata da un lettore della Bbc online, fra Clinton e Gore, a Toronto. Ci sono le vie degli «sciocchi» e dei Dandies, strade dal nome impronunciabile come la Zzyzx Road o altre decisamente macabre, come i viali Shades of Death («ombre di morte») e Bucket of Blood («secchio di sangue») e, infine, quelle che giocano sull'equivoco sessuale, come l'incrocio fra la Hooker (prostituta) e la Bliss (estasi). Non sempre, però, è questione di gusto personale, anzi, molti si ritrovano un nome che, un po’ come quello di battesimo, non si sono affatto cercati, ma può comunque segnare la vita. E così, vittima di vicini un po' troppo estrosi, c'è chi è costretto a scrivere sul curriculum di abitare nella «via inutile» o nella Possum Trott Road: un opossum al trotto è ridicolo, ma peggio ancora se scritto sbagliato.