Tutte le strade portano al design

QUARTIERI Ecco tutti gli itinerari: da Moscova a Certosa, da Brera a zona Tortona

A distanza di sei mesi dalla settimana del design milanese (Salone del Mobile e Fuorisalone), da domani fino a domenica prende vita un nuovo grande evento cittadino, coordinato e promosso da DesignPartners, con Unione Commercio di Milano e ADI, che renderà la nostra città ancora una volta protagonista di questo importante argomento con percorsi che conducono ai più diversi showroom e a luoghi di iniziative culturali. Quattro giorni nei quali sarà possibile acquistare le novità presentate come prototipi al Salone di Aprile ed ora realizzate e esposte in allestimenti d'eccezione: un fatto unico, perché Milano è la città europea con la più alta concentrazione di punti vendita di alto design raggiungibili attraverso percorsi cittadini anche pedonali, attraenti e confortevoli. Un’occasione suggestiva che ha diverse anime principali. La prima sta nel fatto che comprende oltre sessanta punti vendita, sia per i consumatori che per i professionisti che scelgono Milano per la varietà dell'offerte, la qualità e l'innovazione dei prodotti presentati, e proprio in ogni negozio il pubblico potrà esprimere su un modulo quale è l'oggetto d'arredamento che è nei suoi sogni: le settanta idee più originali riceveranno altrettanti oggetti di valore e verranno poi consegnate alle diverse scuole di design per essere realizzate.
Ad accomunare le iniziative all'interno degli show room, e a stimolare il ruolo del negoziante, è un unico tema conduttore, «La forma dei sogni», che orienterà i partecipanti nell'allestimento delle vetrine e nell'organizzazione dei singoli eventi. Il tema nasce dal desiderio di comunicare ed esprimere nei modi più diversi i contenuti del design, vale a dire la continua ricerca verso il miglioramento della qualità della vita. Una seconda anima è quella della cultura, eventi organizzati in vari punti cittadini e all'interno delle esposizioni, con anche l'apertura degli studi milanesi di numerosi e famosi designers, come quelli di Piero Lissoni, Michele De Lucchi e Daniela Puppa.
Il circuito degli showroom, dove si possono acquistare ogni genere di articoli destinati all'arredo, è organizzato in nove percorsi che si articolano in altrettante zone, nelle quali spiccano alcune vie dai punti di vendita molto qualificati. La zona Certosa, con viale Certosa e Piazza Firenze; seconda è Moscova; poi Brera con via Pontaccio; quindi Cavour con l'area di Montenapoleone e Turati; San Babila, con le vie Durini e Monforte; Dateo e Cinque Giornate; Missori e Porta Romana, con il Corso, Mulino delle Armi e Santa Sofia; la zona Tortona, ormai da anni polo del design; e infine Cadorna.
Tutte zone dove per la maggior parte dei casi arriva la linea Uno del metrò, esistono fermate del bus 94, ribattezzato per l'occasione «Circle line of design», punti BikeMi e segnali che indicano i tempi per raggiungere a piedi le varie aree d'interesse. Quattro giornate diverse, utili e divertenti.