Tutte le stranezze del caso Unipol

Il diverso trattamento di Consorte rispetto a Fiorani, il ruolo dei consulenti, l’informativa accantonata. Sono molte le anomalie dell’inchiesta Unipol che si scoprono analizzando le carte. E il segretario dei ds, Fassino, torna sulla telefonata fatta all’ex numero uno di Unipol Giovanni Consorte in piena scalata Bnl: «Non mi pento, la rifarei, non mi vergogno di nulla». Sulla vicenda interviene il forzista Sandro Bondi che denuncia: «Ci sono irregolarità in quel dialogo, ma la Procura non interviene».