Tutti bloccati per 8 ore, stavolta poche deroghe: girano solo auto elettriche

LA DOMENICA VERDE Stop a macchine e moto fino alle 18 in tutta Milano. Fermi anche i veicoli non inquinanti, a metano o gpl

Istruzioni per sopravvivere al blocco. Per far digerire ai milanesi il divieto a usare l’auto - ecologiche comprese - dalle 10 alle 18, il Comune l’ha battezzata «DomenicAspasso», ma il risultato non cambia. E questa volta ci sarà un taglio più drastico alle deroghe. Stop anche ai veicoli gpl, metano e ibridi, dopodomani potranno circolare liberamente nelle otto ore del blocco solo i mezzi elettrici. Anche moto e ciclomotori se non rientrano nelle deroghe rischiano la multa da 155 euro. E chi ha diritto al pass perchè appartiene a una delle categorie comprese nell’ordinanza (ad esempio i turnisti con certificazione del datore di lavoro o persone sottoposte a terapie o esami indispensabili) è invitato «a viaggiare a trenta chilometri all’ora, per la sicurezza di ciclisti e pedoni». Atm potenzia i mezzi in superficie (ci saranno circa 1.700 corse in più, tra le quarantadue linee rafforzate ci sono la 2, 3, 4, 60 e 61, 95 e alcuni bus suburbani come il 66 e 77). In metropolitana saranno in servizio ventuno treni straordinari per offrire il 48% delle corse in più. In città si potrà viaggiare tutto il giorno con un solo biglietto singolo da 1,50 euro e per la prima volta l’agevolazione sarà estesa nell’hinterland per i Comuni attraversati dal metrò, il biglietto cumulativo normalmente usato per una singola corsa avrà validità giornaliera. Gratis per tutta la giornata il servizio di BikeMi (bisogna effettuare però l’abbonamento giornaliero al prezzo di 2,50 euro) e potranno circolare nonostante il blocco le auto di GuidaMi, considerate dal Comune come dei mezzi di trasporto pubblico.
Nella domenica a piedi, Palazzo Marino offre l’ingresso gratis nelle quattordici piscine gestite da MilanoSport. E si ptranno visitare senza biglietto o con ingresso ridotto le mostre alla Pinacoteca di Brera, le nuove Gallerie d’Italia in piazza Scala e il Museo del Novecento. L’Arengario alle ore 11 propone anche il concerto «Le opere delle donne» (fino a esaurimento posti) e alle 15.30 un laboratorio didattico per i bambini dai sei ai dodici anni intitolato «Un coniglio nel cappello», per la chiusura della settimana dedicata ai diritti dei bambini. A Palazzo Reale è gratis la mostra «La bellezza nella parola» dedicata al nuovo Evangelario ambrosiano Ingresso ridotto invece ad «Artemisia Gentileschi» e «Cézanne. Les ateliers du midi» ma solo se si visita l’altra pagando il prezzo intero.
Sono un centinaio gli eventi sparsi tra centro e periferia. Al teatro Franco Parenti ingresso libero dalle 12 a mezzanotte per il «Sunday Park», una piazza al coperto con musica, arte contemporanea, mercato vintage, bio-food, video, brucnh e giochi per i più piccoli. L’Hotel Quark di via Lampedusa si trasforma invece in un enorme «supermarket» della musica con bassi, chitarre, strumenti da registrazione per la 34esima edizione dei «Shg, second hand guitars». I programma prevede dalle 10.30 alle 18.30 oltre trenta eventi dedicati agli appassionati di chitarra, batteria e percussioni.
Parteciperanno come testimonial alla domenica a piedi alcuni dei vip che hanno già affiancato il sindaco Giuliano Pisapia anche in campagna elettorale, da Claudio Bisio a Lella Costa a Paolo Rossi. «Andrò in giro per Milano in bicicletta - anticipa Bisio -. Apprezzo moltissimo l’iniziativa del Comune: sarà una giornata diversa dal solito, per (ri)scoprire, insieme a tanti altri milanesi, una città finalmente libera dalle auto».