Tutti in Fiera alla ricerca della sicurezza

Da oggi e fino al 18 marzo mostre, convegni e dimostrazioni per illustrare il meglio in materia difesa, anche dal terrorismo

Dieci giorni dedicati alla sicurezza. Mostre, convegni e dimostrazioni sul campo sono gli eventi organizzati da Comune e Fiera fino al 19 marzo. «Servirà - spiega l'assessore alla Sicurezza, Guido Manca - per fare un bilancio di cinque anni di lavoro di questa amministrazione, all’avanguardia su un tema che interessa tutti». Con una fiera di sistema, quattro giorni caratterizzati da sicurezza e chiusure tecniche, ospitata nei nuovi padiglioni di Rho Pero. «Si tratta - aggiunge Bruno Pavesi, presidente di Fiera Milano Tech - del più grande evento mondiale nel campo della sicurezza».
Oggi pomeriggio, appuntamento nelle zone coinvolte dai progetti di riqualificazione, urbana e sociale, dei contratti di quartiere: Gratosoglio (alle 15 nella parrocchia di via Saponaro alle 15), Lorenteggio (alle 16 nel consiglio di zona di viale Legioni Romane) e Ponte Lambro (alle 17,30 nel centro civico di via Parea). Martedì prossimo, invece, verrà inaugurato lo stand informativo all'Ottagono. Il giorno successivo la nuova Fiera ospiterà il convegno «Le grandi città di fronte al terrorismo internazionale».
Giovedì prossimo è prevista l'esercitazione sul campo di video sorveglianza al Parco Trotter, dotato di un nuovo impianto di telecamere. «La video sorveglianza è uno strumento molto efficace come deterrente - spiega Giuseppe Cozza, responsabile del settore ambiente e mobilità -. Secondo un sondaggio l’86 per cento dei milanesi si dichiara soddisfatto del controllo attraverso le telecamere, addirittura il 96 per cento dei commercianti. E da giugno entreranno in funzione le circa 900 telecamere distribuite in tutte le stazioni della metropolitana. Un progetto costato 9 milioni di euro».
Da mercoledì 15 a sabato 18, poi, i padiglioni della Fiera ospiteranno stand ed esposizioni degli esperti del settore della sicurezza. «Uno spazio di 81mila metri quadri, con 800 espositori, uno su quattro proveniente dall’estero - dice Piergiacomo Ferrari, amministratore delegato della Fiera -. Grazie a eventi come questi Milano è diventata la seconda città italiane per presenze straniere. Fondamentale in questo senso il collegamento con la metropolitana: il 60 per cento dei visitatori arriva in metrò».