Tutti i nuovi obiettivi della Fondazione Roma

Per la Fondazione Roma è una precisa scelta strategica: realizzare interventi stabili e strutturati d’alto impatto sociale, concentrando le risorse in cinque settori: sanità, ricerca scientifica, formazione, arte e beni culturali, volontariato e filantropia.
«Una decisione accompagnata dalla volontà di privilegiare forme e modi innovativi, in partnership con il migliore non profit del territorio, per creare un modello di best practice, replicabile in altri contesti, capace d’alimentare il dinamico mondo del terzo settore o "terzo pilastro" come da tempo lo definisco» dice il presidente Emmanuele Emanuele.
Ma vediamo quali sono gli interventi principali. Per la sanità, il fiore all’occhiello si conferma l’Hospice, centro d’eccellenza nelle cure palliative che garantisce assistenza domiciliare a pazienti affetti da cancro, Sla e morbo d’Alzheimer, per cui sembra prevista una nuova sede e l’ampliamento del raggio d'azione. Altro intervento rilevante ha coinvolto gli ospedali delle province di Roma, Frosinone e Latina, destinatari di un contributo per l’acquisto di nuove attrezzature.
Sul fronte ricerca scientifica, in campo biomedico sono stati finanziati alti progetti di ricerca selezionati con la metodica rigorosa del peer review, dai quali lo stesso Emanuele s’aspetta importanti progressi, mentre prosegue l’allestimento di nuovi laboratori per la ricerca in oncologia cellulare, molecolare e in medicina rigenerativa, presso il Centro di ricerche biotecnologiche di Latina, inaugurato grazie al contributo di start up da parte delle Fondazione.
Nel settore Educazione e Formazione, continua la collaborazione con i principali atenei privati della Capitale volta al sostegno o all’avvio di nuovi master e corsi universitari, mentre è stato esteso anche alle elementari il contributo alle scuole statali del territorio già concesso a medie e superiori per attrezzature informatiche e audiovisive. In ambito culturale e museale, la Fondazione ha potenziato attività e offerta con l’apertura dei nuovi spazi espositivi di Palazzo Sciarra, riservati a mostre temporanee d’arte classica e alla collezione permanente, spazi che si aggiungono alla tradizionale esposizione di Palazzo Cipolla, dedicata all’arte contemporanea. Per sostenere al meglio quest’attività è stato da poco costituito un nuovo ente strumentale, la Fondazione Roma- Arte-Musei. Proseguono con successo anche le attività concertistiche con connotazione solidale e sociale dell’Orchestra Sinfonica di Roma e dell'Associazione Résonnance - Italia. infine, il settore del volontariato continua a essere presidiato, con un notevole incremento delle erogazioni, dalla Fondazione Roma-Terzo Settore, grazie allo Sportello della solidarietà.
Significativa, infine, l’attività della Fondazione Roma-Mediterraneo che, un’istituzione più recente che ha già realizzato molti importanti progetti per lo sviluppo economico-sociale del Mediterraneo, il dialogo interculturale e la formazione. Per esempio la Conferenza internazionale Mediterraneo: Porta d'Oriente, master in Politiche di pace e cooperazione allo sviluppo, un progetto educativo per favorire il processo di pace tra le comunità di Aqaba (Giordania) e di Eilat (Israele) o il sostegno alla ristrutturazione del monastero siro-cattolico Mar Musa al Habashi e in Algeria alla cattedrale di Sant’Agostino di Ippona.