Tutti i reati in un «cervellone»

Dal crimine al processo, le notizie on line in tempo reale

Rivoluzione tecnologica in Procura. Il capo dei pm, Francesco Greco, ha deciso che dal 12 gennaio tutte le notizie di reato dovranno essere inserite in tempo reale nel Portale «Ndr» e non più comunicate via telefono al magistrato di turno. Polizia e carabinieri dovranno aggiornare il registro informatico ad ogni fatto nuovo e i pm dovranno consultarlo frequentemente per controllare la situazione. L'innovazione dovrebbe servire a velocizzare e razionalizzare la gestione delle notizie di reato, che saranno digitalizzate dal crimine fino al processo. Anche se gli uffici amministrativi della Procura temono il caos, visti i difficili periodi di introduzione degli altri sistemi di digitalizzazione.