Tutti i segreti dei Beatles e della magica «Let it be»

È una storia infinita, quella di Let It Be, ufficialmente l’ultimo album dei Beatles. Una storia che al di là della musica racconta gli ultimi giorni insieme dei quattro Baronetti. Le tensioni, i cambi d’umore («a tratti pareva di essere ad una festa, a tratti a un funerale», dicevano i presenti), le strane storie durante le registrazioni e i ciak dell’omonimo film, che avrebbe dovuto essere presentato in Tunisia «davanti a 1000 indigeni in tunica color zafferano». Mentre le note dei celebri brani ci restano nell’anima, il critico americano Steve Matteo in Let It Be (No Reply, pagg. 144, euro 12) racconta i retroscena di un’avventura che arriva fino ai giorni nostri, con la pubblicazione nel 2003 del rinnovato Let It Be Naked e il ritrovamento dei nastri rubati dalle session di Get Back/Let It Be e di altre bobine del ’68.