Tutti a Parma per il mercante in fiera

Definita come capitale della musica, tappa degli amanti della buona cucina e dei sapori nostrani, Parma continua a sorprendere con il suo continuo rinnovamento. Anche «Mercanteinfiera», l’appuntamento per visitatori sia italiani sia stranieri, edizione numero 25, propone quest’anno una serie di novità interessanti. Oltre a offrire una preziosa vetrina dove 1200 espositori internazionali allestiranno i loro stand con articoli di modernariato dei più conosciuti designer, di collezionismo e di prezioso antiquariato, la fiera autunnale (dal 4 al 12 ottobre tutti i giorni dalle 10 alle 19 mentre oggi è riservato agli operatori con orario dalle 8 alle 19), è arricchita da mostre collaterali che corredano l’opulento palcoscenico già carico di oggetti, di vecchi bijoux, di dipinti e di opere d'arte classiche, barocche e contemporanee. Architetti, collezionisti, venditori e curiosi, giornalisti e titolari di negozi tra i più prestigiosi in Francia, in Inghilterra e di ogni regione italiana, faranno pulsare i 60mila metri quadrati di esposizione.
Per coloro che riescono a ritagliarsi del tempo, Parma, con il suo splendido Parco Ducale, è una città che merita di essere visitata, passeggiando tra le sue testimonianze storiche e soffermandosi davanti ai suoi eleganti negozi. La qualità di certo non manca, soprattutto quando si parla di gastronomia. E se si vuole fare una eccezione e uscire dalla città, allora vale la pena dirigersi, ad esempio, verso Soragna dove, presso la Locanda Stella d’Oro, si può dormire (100 euro con prima colazione) e gustare un ottimo menu dove al savarin de ris o ai ravioli con tartufo si potrebbe fare seguire una testina di vitello o del guanciale al forno (60 euro ben spesi).